Ultima modifica: 5 Ottobre 2015
Istituto Comprensivo "Alighieri" - Ripalimosani > Ritardi e assenze del personale docente

Ritardi e assenze del personale docente

A tutti i Docenti

La puntualità di un insegnante nel rispettare il suo orario di servizio e garantire la sua presenza in classe 5 minuti prima dell’arrivo degli studenti, per quanto riguarda la prima ora giornaliera delle lezioni, non è solo un aspetto deontologico o una questione di rispetto del contratto collettivo nazionale della scuola, ma si tratta soprattutto di ottemperare al dovere di vigilanza nei confronti degli alunni.
Per tale motivo il docente che ritarda nell’ arrivare a scuola, o chi si accorge di non potere essere presente in classe all’orario previsto per la sua entrata, deve avvisare tempestivamente la scuola (e precisamente la segreteria in sede centrale e la responsabile di plesso) dell’impossibilità della sua presenza in classe all’orario previsto, e spiegare i motivi del suo ritardo.
Se il ritardo è determinato da una causa di forza maggiore, è un ritardo scusabile, ma resta necessario, da parte dell’insegnante, darne immediata comunicazione alla scuola con le adeguate motivazioni, per evitare che il dirigente possa prendere provvedimenti sanzionatori.
La responsabilità giuridica dell’insegnante è regolata dall’art. 61 della legge n. 312/80, in cui si ritiene colpevole il docente per i danni che possono essere arrecati dagli alunni solo nel caso di comportamenti dolosi o di colpa grave nell’esercizio della vigilanza. Il fatto che un docente ritardi la sua entrata a scuola, e non avvisi nessuno del suo ritardo, è certamente un comportamento doloso o di colpa grave nell’esercizio della vigilanza.

In caso di assenza improvvisa, cagionata da impreviste cause, il docente dovrà avvisare alle ore 8.00 la segreteria della sede centrale, motivando l’assenza, compilando il modulo ad hoc e completandolo con la documentazione necessaria.

Il Dirigente Scolastico