Ultima modifica: 8 dicembre 2016

Curricoli Orizzontali

PREMESSA           (di seguito sono riportati i nostri curricoli orizzontali)

Il curricolo verticale ed orizzontale, insieme alla rubrica di valutazione, costituisce il cuore del POF e PTOF, in quanto fornisce indicazioni sugli apprendimenti e sulle competenze che gli alunni devono conseguire nelle diverse classi dell’Istituto.

Il profilo dello studente al termine del Primo Ciclo di Istruzione, definito dalle Indicazioni Nazionali per il curricolo, fa riferimento alle competenze che l’alunno deve raggiungere nelle varie discipline ed alle competenze di tipo trasversale, al cui sviluppo ogni disciplina deve concorrere.

Per delineare il percorso didattico e formativo degli alunni, qui di seguito è riportato un piano di lavoro che esplicita i traguardi di competenza declinati, secondo livelli di complessità crescente, corrispondenti alle classi e all’età evolutiva degli alunni. Il raggiungimento dei seguenti traguardi risulterà funzionale all’acquisizione delle competenze fissate.

Nel curricolo orizzontale sono state riportate le otto competenze chiave europee, in accordo con i traguardi di sviluppo delle competenze disciplinari, ossia le fondamentali piste formative e didattiche da percorrere, che derivano dalla rielaborazione degli apprendimenti disciplinari e che generano la capacità di utilizzarli anche e soprattutto in contesti extrascolastici. Per ogni disciplina sono indicati i nuclei tematici, che segnalano gli aspetti fondanti e strutturali del sapere.

Il curricolo orizzontale evidenzia per le diverse discipline gli apprendimenti ritenuti irrinunciabili, in quanto fondanti, generativi e trasferibili, rispetto ai quali saranno elaborate le prove di verifica intermedie e conclusive. Particolare attenzione è stata posta alla definizione dei traguardi di continuità, negli snodi formativi di passaggio fra Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado.

Nella predisposizione del curricolo orizzontale si è inteso:

-adeguare la proposta formativa ai bisogni culturali degli alunni;

-migliorare la qualità e l’efficacia delle azioni;

-costruire un modello progettuale valido e organizzato basato sull’informazione, sulla condivisione e sulla conseguente azione.

Per la Scuola dell’Infanzia i traguardi formativi sono declinati secondo campi d’esperienza, considerando le diverse fasce d’età e le competenze chiave in uscita.

Le discipline per la Scuola Primaria e per la Scuola Secondaria di I grado sono considerate nella loro specificità, ma vengono proposte all’interno di quattro grandi assi culturali:

ASSE DEI LINGUAGGI con Italiano – Lingue comunitarie – Musica – Arte – Ed. fisica.

(L’apprendimento della lingua e dei linguaggi non verbali si realizza con il concorso di più discipline. Le competenze linguistiche e comunicative sono patrimonio comune a tutti i contesti di apprendimento e costituiscono una cornice di riferimento culturale generale per tutti i saperi.)

ASSE MATEMATICO con Matematica.

(La competenza matematica consiste nella capacità di individuare e applicare le procedure, che consentono di affrontare situazioni problematiche attraverso linguaggi formalizzati).

ASSE SCIENTIFICO-TECNOLOGICO con Scienze e Tecnologia.

(L’Asse scientifico-tecnologico ha l’obiettivo di facilitare lo studente nell’esplorazione del mondo circostante, per osservarne i fenomeni e comprendere il valore della conoscenza del mondo naturale e di quello delle attività umane come parte integrante della sua formazione globale).

ASSE STORICO-SOCIALE con Storia, Geografia

(L’asse storico-sociale ha l’obiettivo di far comprendere allo studente il cambiamento e la diversità dei tempi storici in una dimensione diacronica attraverso il confronto fra epoche geografiche e culturali, di collocare l’esperienza personale in un sistema di regole fondato sul reciproco riconoscimento dei diritti garantiti dalla Costituzione, a tutela della persona, della collettività e dell’ambiente, di riconoscere le caratteristiche essenziali del sistema socioeconomico.)

Nella considerazione che il curricolo orizzontale predisposto all’Istituto Comprensivo”Alighieri non è immutabile, ma possa, a ragione, essere aggiornato per incrementare la sua efficacia e la sua ricaduta sugli apprendimenti, si è focalizzata l’attenzione sulla

Trasversalità: discipline e saperi si raccordano orizzontalmente su:

  • formazione cognitiva;

  • assimilazione di conoscenze e abilità;

  • acquisizione di competenze.

Verticalità: è relativa allo sviluppo del curricolo per gradi di scuola.

Organicità e coerenza: la progressione attraverso età diversificate avviene per:

  • strutture cognitive;

  • capacità comunicative;

  • organizzazione verbale;

  • sviluppo etico e sociale.

I Curricoli per ordine di scuola:

CURRICOLO ORIZZONTALE scuola secondaria(in allegato)

CURRICOLO ORIZZONTALE scuola primaria (in allegato)

Curricolo-scuola-2016-17-I-parte-infanzia

Curricolo-orizzontale-2016-17- II-infanzia